Qual è il Colore del tuo Matrimonio?

0

Qual è il Colore del tuo Matrimonio?

Il segreto per un matrimonio elegante è la coordinazione di tutti gli elementi decorativi.

“Perchè il giorno delle nozze diventi un sogno, bisogna prima di tutto sognarlo bene”.

Così esordisce Claudia Buzzetta, floral design, che risponde ai nostri telefoni per svelarci i segreti di questo affascinante lato dell’organizzazione del matrimonio.

Quando faccio la prima domanda agli sposi che si rivolgono a me per il design del loro matrimonio, di che colore è il vostro matrimonio?, molti rimangono sorpresi e disorientati.
Eppure questa è una cosa fondamentale: perchè tutto sia perfetto è necessario avere un filo conduttore che segni il passo a tutta la giornata.”

Questo filo conduttore può, e deve, essere un colore, ma il colore può anche essere secondario rispetto alla scelta di un tema dominante: così, se gli sposi vogliono fare un “matrimonio chic”, il loro colore sarà il bianco, o il rosa pallido.

In questo caso gli addobbi potranno essere scelte rose bianche, calle e orchidee.

Mentre se per caso volessero un “matrimonio country”, si potrebbe pensare a dei girasoli, spostando la tonalità su colori caldi come il giallo o l’arancione.

Perfetto anche l’accostamento di più colori che stiano bene fra loro, per un matrimonio giovane e vivace che non rinuncia all’eleganza.

Un esempio simpatico e originale per gli sposi più golosi, che magari ricorda un viaggio a Parigi, è il tema dei macarons, di color pastello. Rosa, verde, giallo e color cioccolato staranno benissimo fra loro, soprattutto se al banchetto verranno serviti anche sotto forma di dolci!

A volte mi trovo di fronte a persone che mi chiamano solo per addobbare la chiesa o solo per l’allestimento del pranzo: in quel caso faccio molta fatica, e posso persino arrivare a rifiutare un ingaggio, se, ad esempio, mi chiedono di avere rose bianche in chiesa mentre i tavoli del pranzo sono decorati con dei girasoli.”

La visione del matrimonio della floral design Claudia Buzzetta è quella di una grande orchestra, che deve eseguire un tema unico e in cui tutti gli strumenti devono suonare in armonia.

Persino il bouquet della sposa, gli inviti, le bomboniere.. tutto deve avere lo stesso sapore. E lo stesso colore.

Io arrivo a punte di maniacalità. Quando spargo, per esempio, i petali di rosa in chiesa, vado a contare quanti petali sono cascati nella navata di destra e quanti in quella di sinistra.
Ma non pretendo che gli sposi abbiano la stessa attenzione al particolare.
Solo dico loro: quando un domani rivedrete le vostre foto e ripenserete a quel sì, saranno queste piccole sfumature, che quel giorno non avrete avuto modo di cogliere presi dall’emozione del momento, a darvi la soddisfazione di aver fatto un matrimonio inecceppibile.”

Quindi mi raccomando, futuri sposi: occhio al colore del vostro matrimonio!

Fatevi ispirare, magari da qualcosa che è accaduto nella vostra storia, dallo stile della chiesa, dalla stagione in cui vi sposate… Scegliete un tema, un filo conduttore, e poi seguitelo.

Non lasciate nulla al caso! E se proprio non ci riuscite da soli presi dai tanti preparativi, affidatevi a un esperto.

Condividi

Lascia una risposta