Matrimonio in Kilt: dalla Scozia all’Italia

0

Matrimonio in Kilt: dalla Scozia all’Italia

Vi è mai capitato di assistere a un matrimonio in kilt?

Certo in Italia è un pò insolito, ma se siete degli appassionati di folk e di tradizioni celtiche o avete origini scozzesi, potrebbe essere un’idea divertente e originale.

Se invece pensate di sposarvi proprio in Scozia, non ci sono dubbi, dovrete documentarvi sulle tradizioni e sugli abiti da indossare.

Come è vestito lo sposo scozzese?

Camicia bianca, kilt, farfallina in tinta e lunghi calzini montanari con annesse stringhe da pastore.

Il tipico abito della Scozia ha alle spalle una lunga tradizione e risponde a dettami ben precisi.

Il tessuto del kilt tradizionale è di lana pesante, deve essere confezionato utilizzando 8 yards di stoffa e quando ci si inginocchia deve toccare il pavimento.

I kilt che rispecchiano in pieno la tradizione sono di Scottish Tartan, il tipico disegno scozzese i cui colori e fantasia variano a seconda dell’appartenenza a una famiglia o all’altra.

Usanza che dimostra quanto gli scozzesi tengano alle proprie radici.

Ogni clan ha un tartan registrato presso la Scottish Tartan Society .

Esiste addirittura il Museo del Tartan a Comrie, nel quale sono esposti ben 400 tartan.

Il kilt viene completato da una giacca elegante e autorevole.

I calzettoni sono a tinta unita rallegrati dai Flashes, due lembi di stoffa in tartan come il kilt, che guarniscono i risvolti del calzettone.

Le scarpe sono di cuoio o le tipiche Ghillie Brogues con i caratteristici lacci lunghi che partono dalla caviglia e si incrociano per tutto il polpaccio.

Un must è la spilla di metallo per tenere unito e chiuso il kilt.

E la sposa cosa indossa?

Per lei il vestito nuziale può essere scelto tra gli svariati modelli dei classici abiti da sposa bianchi,  magari impreziositi da un fiocco dello stesso tartan del kilt coniugale, o si può optare per un abito da sposa in tessuto molto “Scottish”.

I matrimoni scozzesi sono costantemente accompagnati dal suono della cornamusa, la cui  presenza è una costante, festosa e essenziale per gli sposi e gli invitati che durante il rinfresco si cimentano in danze e balli tipici.

Ultimamente sono stati celebrati molti matrimoni in stile scozzese anche in Italia.

Coppie di origini scozzesi hanno scelto romantiche locations italiane per il momento più importante della loro vita.

Da San Felice Circeo a Venezia, attraversando l’Italia dal nord al sud.

W gli sposi, e attenzione agli invitati in kilt!

Potrebbero fare uno scherzo allo sposo mostrando improvvisamente ciò che si cela sotto il kilt, prendendo spunto dallo scozzese William Wallace nel film Bravehearth, nella scena in cui esibisce allegramente il fondo schiena insieme a quello dei compagni per beffarsi dei nemici inglesi che si accingono ad affrontare.

Condividi

Lascia una risposta